Come scrivere una storia horror

Writing_Horror_FictionVuoi scrivere la tua storia dell’orrore ma non sai come iniziare? Ho deciso di scrivere questo post proprio per venire in tuo soccorso e cercare di chiarire qualche dubbio.

Consigli generali…

  • Studiare i vostri Horror preferiti potrebbe essere un ottima idea, cercare di carpire lo stile di uno scrittore e raccogliere i suoi punti di forza e di debolezza può accrescere la vostra conoscenza.
  • Trovare un idea. Sicuramente la prima cosa da fare è quella di pensare un idea su cosa scrivere, senza sfociare nella banalità e cercando di essere originali.
  • Aumentare la tensione e la suspence è fondamentale in un horror che si rispetti, prendere spunto dalle più recondite delle nostre paure può essere un ottima idea per riuscire a descrivere la paura ai nostri lettori.
  • Scegliere la giusta ambientazione e saperla descrivere nella maniera giusta è fondamentale per immergere il lettore nella storia, usate quindi le giuste parole e scegliete un luogo adatto alla vostra storia.

….e ora quelli sul libro vero e proprio

  • L’incipit è importantissimo in qualsiasi storia che si rispetti, deve introdurre il lettore nell’avventura che ci si accinge a narrare, quasi sempre è un fatto di sangue che accompagna l’inizio di un racconto dell’orrore.
  • Immediatamente dopo l’incipit iniziale di solito si introduce il lettore in uno scenario tranquillo, lontano dalla prima scena sanguinolenta e terrificante. Deve essere un contesto del tutto tranquillo, estraneo alle vicende narrate in precedenza. In questa fase si caratterizzano i personaggi introdotti nella vicenda.
  • Non abusate dell’uso di qualsivoglia creatura terrificante (mostri,fantasmi,demoni…etc.) potrebbero distogliere il lettore dall’analisi psicologica dei personaggi, abbassando notevolmente il livello di suspence.
  • Caratterizzate i personaggi il più possibile, trasmettete le loro paure, le loro angoscie, le loro psicosi. Evitate banali stereotipi o sensazionalismi inutili perchè produrrete un effetto negativo nel lettore, cercate invece di trasmettere la curiosità e la tensione che invoglieranno i lettori a leggere il vostro racconto fino alla fine.

Rispondi

Name and email address are required. Your email address will not be published.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: