Harper Lee pubblica il sequel di “Il buio oltre la siepe”

harperleeDopo oltre mezzo secolo dal libro Il buio oltre la siepe, Harper Lee ha deciso di pubblicarne il sequel, Go set a watchman, che aveva scritto a metà anni cinquanta. La scrittrice ha 89 anni e vive in isolamento, per scelta volontaria, dagli anni sessanta. Il suo editore ha già annunciato che sono molto improbabili suoi interventi pubblici per parlare del nuovo romanzo. Il buio oltre la siepe affronta il tema del razzismo negli Stati Uniti nel primo dopoguerra. Premiato con il premio Pulitzer,  ispirò anche il celebre film di Robert Mulligan, che riuscì a vincere ben 3 premi Oscar. Harper Lee, in una sua rara intervista, disse che si era sempre rifiutata di scrivere altri libri: Ci sono due ragioni: la prima, non mi sottoporrei alla pressione e alla pubblicità nella quale sono passata con Il buio oltre la siepe per nessuna ragione al mondo. La seconda, ho detto quello che volevo dire e non mi ripeterò una seconda volta.

Go set a Watchman

Scritto a metà degli anni cinquanta, il romanzo uscirà il 14 luglio negli Stati Uniti. È la stessa autrice a spiegare cosa sia successo in tutto questo tempo: Nella metà degli anni Cinquanta terminai un romanzo intitolato “Go Set a Watchman”. Raccontava del personaggio di Scout (la bambina protagonista de “Il buio oltre la siepe”) da adulta: mi sembrava un buon tentativo. Il mio editore, impressionato dai ricordi dell’infanzia di Scout, mi convinse a scriverne un romanzo (che poi diventò Il buio oltre la siepe) raccontato dal punto di vista di Scout. Avevo appena iniziato a fare la scrittrice, così feci come mi aveva detto. Non mi ero resa conto che il romanzo originale era sopravvissuto e sono stata davvero sorpresa e felice quando la mia cara amica e avvocato Tonja Carter l’ha ritrovato. Dopo molti dubbi ed esitazioni, l’ho condiviso con un po’ di persone di cui mi fidavo e sono stata contenta di sapere che lo consideravano degno di essere pubblicato. Provo un sentimento di umiltà e meraviglia se penso che verrà pubblicato adesso, dopo tutti questi anni.

Trama

Il nuovo libro è ambientato a Maycomb, Alabama, a metà anni ’50, 20 anni dopo “Il buio oltre la siepe”. Il movimento per i diritti civili stava cominciando a muovere i primi passi, tra la sentenza del 1953 della Corte Suprema che aveva abolito la segregazione nelle scuole e l’arresto di Rosa Parks nel 1955 che aveva portato a un anno di boicottaggio degli autobus nella vicina Montgomery. Scout (Jean Louise Finch), che torna a Maycomb da New York per far visita al padre Atticus, deve a questo punto affrontare questioni personali e politiche: cerca di capire l’atteggiamento del padre verso la società e di venire a capo con le sue emozioni verso il posto dove è nata e dove ha trascorso l’infanzia.

Rispondi

Name and email address are required. Your email address will not be published.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: