Cinemaniaco

Recensione e opinione Selma – La strada per la libert√†

rary√Ņ√°√ľExifDa qualche anno il cinema americano sta affrontando tematiche che hanno segnato la storia del paese. Mi viene in mente 12 anni schiavo, The Butler – Un maggiordomo alla casa bianca¬†e¬†lo stesso Django Unchained. Selma, dopo averlo visto, fa parte proprio di questo “filone” di film. Opera con una regia che va tra il resoconto documentario e il film.

Di cosa parla Selma?

Il film è ambientato negli Stati Uniti, durante la presidenza Johnson. Racconta la marcia di protesta che ebbe luogo nel 1965 a Selma, Alabama. Guidata da un agguerrito Martin Luther King, questa contestazione pacifica aveva lo scopo di ribellarsi agli abusi subiti dai cittadini afroamericani negli Stati Uniti e proprio per la sua natura rivoluzionaria venne repressa nel sangue.

Oscar 2015, i vincitori

87th Academy Awards - Press Room√ą l’Oscar di Birdman. Il film di Alejandro Gonzales Innaritu √® il miglior film 2015, vincendo inoltre il premio come miglior regista, migliore sceneggiatura originale e miglior fotografia. Vince tanto e per me giustamente.¬†L’ho trovato veramente un bellissimo film, soprattutto per il livello di recitazione degli attori. Ne ho parlato ampiamente nella mia recensione.

Ero molto curioso di vedere come sarebbe andata per tutti quei film candidati tratti da romanzi e biografie (ne avevo parlato nel mio ultimo post).

I film candidati agli Oscar tratti da romanzi e biografie

Nate D. Sanders Auctions Collection Of Academy Award Oscar Statuettes Set To Be AuctionedAl Dolby Theatre di Los Angeles il 22 febbraio si terr√† la 87¬į edizione della cerimonia degli Oscar, Guardando la lista delle nomination ho notato che molti sono i film candidati tratti da libri e biografie. Segnale di come come le opere cinematografiche di qualit√† sono tratte dal mondo letterario. Un legame, quello tra cinema e letteratura che ha creato e celebrato capolavori assoluti. Un legame che spero profondamento riaccenda il desiderio delle persone di leggere il libro dal quale √® tratto il film che le ha emozionate.

Recensione e opinione di Birdman o (L’imprevedibile virt√Ļ dell’ignoranza)

birdman-movieBirdman √® un¬†film diretto da Alejandro Gonz√°lez I√Ī√°rritu e tra gli attori troviamo:¬†Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan. Tutti mi avevano parlato benissimo di questo film: critica, amici, parenti. Domenica, mentre giravo per il centro commerciale, ho ceduto al fascino del cinema e sono andato a vederlo insieme ad altri amici. Premetto che non conoscevo nemmeno la trama del film in questione, tanto che appena ho visto la prima scena di Keaton in meditazione che¬†levitava a mezz’aria ho detto: “Ah, vedi, tra i suoi super poteri c’√® il volo!”. Io, che credevo fosse un film dedicato al super eroe Birdman, non avevo capito un accidente e i miei amici me lo hanno fatto subito notare, spiegandomi che i super poteri non c’entravano proprio nulla!

Recensione e opinione di American Sniper

American_Sniper_-_Poster_Italia_midUn cecchino infallibile

Protagonista di American Sniper √® Chris Kyle, un U.S. Navy SEAL che viene inviato in Iraq con una missione precisa: proteggere i suoi commilitoni. La sua massima precisione salva innumerevoli vite sul campo di battaglia e mentre si diffondono i racconti del suo grande coraggio, viene soprannominato “Leggenda”. Nel frattempo cresce la sua reputazione anche dietro le file nemiche, e viene messa una taglia sulla sua testa rendendolo il primario bersaglio per gli insorti. Allo stesso tempo, combatte un’altra battaglia in casa propria nel tentativo di essere sia un buon marito e padre nonostante si trovi dall’altra parte del mondo. Il film √® diretto da¬†Clint Eastwood e nel cast troviamo:¬†Bradley Cooper,¬†Sienna Miller,¬†Jake McDorman,¬†Luke Grimes,¬†Navid Negahban.

Recensione e opinione di Big Eyes

49978Avevo sentito parlare un gran bene di questo film che segna il ritorno di Tim Burton come regista, e lo vede questa volta narrare una delle pi√Ļ incredibili storie di frode della storia.¬†A cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, il pittore Walter Keane (Christoph Waltz) raggiunse un enorme e inaspettato successo, rivoluzionando la commercializzazione dell’arte con i suoi enigmatici ritratti di bambini dai grandi occhi. Finch√© non emerse una verit√† tanto assurda quanto sconvolgente: i quadri, in realt√†, non erano opera di Walter ma di sua moglie, Margaret (Amy Adams). A quanto pare, la fortuna dei Keane era costruita su un’enorme bugia, a cui tutto il mondo aveva creduto: una storia cos√¨ incredibile da sembrare inventata.

Recensione e opinione Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate

TheHobbit_Intl_Adv_#B4DB219Giusto questa estate avevo letto per la prima volta Lo Hobbit (qui la recensione) e mi era piaciuto davvero molto. Non posso nascondere che sono un grande fan di Tolkien, scrittore che mi ha fatto conoscere il genere Fantasy e me lo ha fatto amare visceralmente. Avevo subito storto il naso sapendo che da un libro cos√¨ corto volevano tirare fuori tre film. “Allungare il brodo” per fare una trilogia ed ottenere pi√Ļ incassi al botteghino √® diventata per molti ormai una consuetudine. I primi due film non mi sono dispiaciuti, anche se il secondo ha iniziato a scricchiolare su alcune cose.

Ora veniamo, però, alla Battaglia delle Cinque Armate. Le speranze che nutrivo per questo film conclusivo erano davvero molte, forse troppe. Sarà difficile fare una recensione obiettiva, lo ammetto. Ho visto la trilogia del Signore degli Anelli al cinema quando ero veramente piccolo ed ora con questa trilogia su Lo Hobbit (vista sempre al cinema) si chiude un capitolo, anche di crescita personale, visto il lasso temporale tra le due trilogie. Saluto la Terra di Mezzo rappresentata da Peter Jackson e devo dire che un pizzico di nostalgia arriva già solo scrivendo queste righe.

Comunque iniziamo con trama e trailer, e poi vi dirò cosa secondo me ha funzionato e cosa no.