Il finale

b_783c678c31Il nostro percorso di studio su come iniziare a scrivere un romanzo sta volgendo verso la sua fase finale, abbiamo lavorato sulla figura del Narratore analizzando le varie forme che sono possibili usare nella nostra opera. Subito dopo ci siamo concentrati su tutte le tappe e lo scheletro della nostra storia analizzando nel dettaglio come svilupparla in modo da non commettere errori. Era arrivato poi il momento di capire che tipi di personaggio esistono e come inserirli all’interno del nostro romanzo e così ci siamo messi a studiare anche su quelli nel dettaglio. E’ giunto poi uno dei momenti più delicati: realizzare l’incipit, si dice infatti: “chi ben comincia è a metà dell’opera”, riuscire a far nascere curiosità nel lettore è fondamentale per realizzare un buon romanzo. Successivamente ho consigliato di tenerci alla larga dagli stereotipi o luoghi comuni. E’ giunto ora il momento di andare a spendere qualche parola su come realizzare il finale del nostro lavoro.

Generalmente le persone leggono un libro non tanto per sapere come andrà a finire, ma per il piacere di immergersi in una situazione, di conoscere i personaggi e assaporare l’atmosfera descritta. Dunque è opportuno concentrarsi innanzitutto su tutti questi aspetti, e poi “come ciliegina sulla torta” trovare un giusto finale per il nostro manoscritto, un finale che sappia regalare a chi legge un emozione, un sospiro che lo porterà a soffermarsi, magari anche solo per un istante, su quell’ultima pagina con una piccola sensazione di tristezza lasciata dalla fine di quel suo “compagno di viaggio”. Ricordiamo che l’incipit ha il compito di attrarre il lettore e il finale ha la funzione di non far dimenticare ciò che si è letto.

 

Vari tipi di finale

Finale chiuso: è un tipo di finale che risponde a tutti gli interrogativi che ci sono stati nel corso del libro, ogni personaggio è giunto alla fine della sua vita narrativa.

Finale aperto: salito alla ribalta sopratutto in tempi recenti, il finale aperto lascia spazio all’immaginazione nella mente del lettore infatti sarà proprio lui a decidere il finale della storia in base a quanto avrà letto. E’ molto in uso in quei romanzi che prevedono un seguito.

Finale circolare: questo tipo di finale fa ritornare il lettore al punto d’inizio, cioè concludendo la storia proprio da dove era iniziata, o tramite l’uso del flashback, o tramite una ripetizione degli eventi. Questo tipo di finale viene usato spesso nei romanzi Horror.

 

Finali d’Autore

Il Signore degli Anelli, J.R.R. Tolkien

Egli trasse un profondo respiro. “Sono tornato”, disse.

Il giovane Holden, J. D. Salinger

Ad ogni modo, quando a un certo momento è andata alla toeletta delle signore, che sta a casa del diavolo nell’altro reparto, D. B. mi ha domandato che cosa ne pensavo io di tutta questa storia che ho appena finito di raccontarvi. Non ho saputo che accidente dirgli. Se proprio volete saperlo, non so che cosa ne penso. Mi dispiace di averla raccontata a tanta gente. Io, suppergiù, so soltanto che sento un po’ la mancanza di tutti quelli di cui ho parlato. Perfino del vecchio Stradlater e del vecchio Ackley, per esempio. Credo di sentire la mancanza perfino di quel maledetto Maurice. E’ buffo. Non raccontate mai niente a nessuno. Se lo fate, finisce che sentite la mancanza di tutti.

Rispondi

Name and email address are required. Your email address will not be published.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: