Guerre Stellari

Guardiani della Galassia – Recensione

guardianidellagalassiaIl film si apre con un walkman e una musicassetta… e nella mia mente arriva subito l’immagine degli anni 80, del mio primo Walkman Sony ed ecco che in questo preciso momento il regista mi ha gi√† colpito al cuore! Divertimento e azione contraddistinguono questo bel film Marvel per tutta la famiglia. Sia chiaro fin da subito che personalmente lo reputo davvero un bel film. Molto pi√Ļ comico rispetto ad altri della stessa casa, James Gunn si √® voluto palesemente ispirare al mondo di Guerre Stellari e in parte ci √® riuscito. Il protagonista √® Peter Quill che nel 1988 assiste alla morte della madre e poco dopo viene rapito da una navicella spaziale. Qualche anno¬†dopo lo ritroviamo come un contrabbandiere svitato e spaccone che si fa chiamare Star Lord. Peter va ad aggreggarsi ad un gruppo di personaggi forse un po meno svitati…ma comunque non del tutto normali! Abbiamo Groot, un albero che sembra conoscere solo la frase “Io sono Groot” e risponde cos√¨ a qualsiasi domanda ¬†gli si ponga. Poi c’√® Rocket un procione geneticamente modificato tanto amico dell’alberello la cui voce √® data magistralmente da Bradley Cooper.

Drax invece √® il guerriero del gruppo, colui che ama risolvere tutto con un duello vecchia maniera. Poi viene l’unica ragazza (verde) del gruppo, Gamora √® fredda e spietata, o almeno cos√¨ sembra!