la torre nera

Recensione: “L’Ultimo Cavaliere” di Stephen King

La torre Nera l'ultimo cavaliere“La saga della Torre Nera √® la madre di tutte le mie storie, il grande contenitore della mia opera”, cos√¨ Stephen King definisce la sua saga iniziata in giovent√Ļ e finita dopo 30 anni.¬†L’Ultimo Cavaliere √® il primo degli otto romanzi della Torre nera. √ą un’opera dal genere molto particolare, un mix tra fantascienza, fantasy, western e horror.

Il protagonista √® Roland di Gilead, l’ultimo cavaliere, leggendaria figura di eroe solitario. Un personaggio che, ha detta dello stesso scrittore, √® stato ispirato ¬†dal¬†film¬†Il Buono, il Brutto e il Cattivo. Come una sorta¬†di Clint Eastwood √® infatti abile con i revolver, astuto e coraggioso. Quando la situazione lo richiede √® per√≤ anche freddo e crudele.¬†La sua missione √® quella di arrivare ad una misteriosa Torre proibita. Per farlo, dovr√† riuscire a catturare, vivo o morto, un enigmatico uomo ¬†vestito in Nero. Il viaggio che dovr√† compiere avverr√† in un mondo in decadimento, dove la Terra √® coperta dalle rovine e dai rottami di una societ√† evoluta ormai scomparsa e gli animali sono affetti da inspiegabili mutazioni.