martin

Il Trono mai raggiunto

Trono_di_spade-586x437 Qualche compleanno fa, la sera della mia festa, il mio migliore amico mi porge il suo regalo dicendomi: “Sono sicuro, ti piacer√† da morire!”. Io ovviamente incuriosito scartai subito il dono, e mi trovai davanti al primo libro delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di Geroge R.R. Martin, Il Trono di Spade.¬† I due corni presenti in copertina mi fecero pensare subito ai corni da guerra utilizzati per dare l’ordine di iniziare un attacco o per segnalare la ritirata alle truppe. Entusiasta ringraziai il mio amico, come al solito aveva colto nel segno, scegliendo un genere che a me affascina e intriga.¬† Il libro lo divorai letteralmente, mi prese tantissimo e non riuscivo pi√Ļ a staccare gli occhi da quel romanzo che volevo assolutamente finire il prima possibile. Finito il primo libro passai al secondo, ma decisi di comprare il tomo “economico” con all’interno i primi 4 libri. Continuai la lettura ma sempre con meno entusiasmo e “foga” rispetto a prima, secondo i miei standard c’era qualcosa che non andava, qualcosa che mi affascinava sempre meno, la morte di tutti i miei personaggi preferiti. Martin infatti vuole essere un innovatore in questo, il protagonista non √® un personaggio ma √® la storia stessa che ruota intorno il Trono di Spade. B√® a me questa differenza dal fantasy¬† “classico” non mi √® piaciuta per niente,¬† di solito vediamo un protagonista, o un gruppo di personaggi principali che vanno avanti nella storia, magari qualcuno muore ma certamente non tutti quanti! Sono un lettore che ama affezionarsi ai personaggi e vuole vederli progredire e raggiungere determinati obbiettivi, veder morire tutti i miei “protagonisti” (o quasi) mi ha fatto disincantare anche dalla storia.¬† Ognuno ovviamente ha i suoi gusti e mi aspetto una marea di critiche a questo mio post, Martin infatti √® il fenomeno del momento, nessuno sa per√≤ che il primo libro delle Cronache del Ghiaccio e del fuoco √® uscito nel lontano 1991 (ma questa √® un altra storia).¬† Comunque aspetto ansioso i vostri commenti, magari da appassionati del Trono, per controbbattere o farmi cambiare idea!