parte 2

La Voce del buio – Parte 2

Mi faceva male la testa, sentivo come se qualcuno mi stesse afferrando, scuotendomi con forza da una parte all’altra, Ricordavo quelle sensazioni. L’ angoscia si stava impadronendo di me. Di nuovo.

” Perché poco fa cercavi le sigarette?” Carlotta sembrava un po’ preoccupata, il suo sguardo tradiva la sua apparente calma.

“Non preoccuparti, non ho intenzione di riprendere a fumare. E’ che quel sogno era così reale, così vivo, che non appena mi sono svegliato pensavo di esserci ancora dentro.”

Mi accarezzò i capelli dietro la nuca, tentando di tranquillizzarmi. ” Era Solo un brutto sogno, niente di più. Ora sei qui con me, nella nostra casa, non c’è nulla che non va! Non hai nulla da temere. “

” Si si lo so, era solo un sogno. Ma era tanto che non facevo sogni del genere. Mi ha spaventosamente ricordato quando ero bambino e la notte molto spesso non dormivo. Ci fu un periodo che avevo terrore nel chiudere gli occhi, per me era come entrare in un mondo degli orrori. Un circo di terrore che andava avanti notte dopo notte. Eppure pensa, non ricordo cosa mi terrorizzasse così tanto, ricordo solo la sensazione di quando mi svegliavo. Un forte mal di testa. E poi uno strano, profondo e angosciante senso di vuoto dentro.”